Giuliano Scardovi, fondatore con sua moglie Novella della nostra opera, ci ha lasciato improvvisamente sabato 13 Aprile.

Il dolore e’ grande, ma ancor più grande e’ la gratitudine per il dono che la sua vita e’ stata per tutti noi!
Grande e generoso il suo cuore, come quello di Novella!

Lei stessa nel libro dove racconta la sua storia descrive il momento in cui Giuliano si trovò di fronte a una situazione imprevista: “Il sabato doveva arrivare Giuliano, ancora ignaro di tutto. Gli andai incontro per avvertirlo che a pranzo non saremmo stati soli e comunque che non doveva preoccuparsi perché si trattava di persone diverse dalle solite.

Il momento tragico fu quando lo informai che pregavano e che anch’io da alcuni giorni pregavo con loro e che ero contenta. Credevo di essere stata convincente, invece Giuliano mi guardò come se fossi del tutto impazzita; comunque grazie a Dio si adeguò alla circostanza”.

Quell’imprevisto portava una promessa di bene, che Giuliano colse subito e di buon grado: era ciò che aveva sempre desiderato e che da tempo sembrava impossibile”.

Giuliano e Novella, il loro si deciso e lieto alla presenza di Gesù ha dato vita a luoghi di bene e accoglienza per tante persone.

Custodiscano ora dal Cielo questa opera, il nostro lavoro e le persone che ci sono affidate.